Richiedi una consulenza gratuita

di Rampa Gianni

Grate di sicurezza: Bonus fiscale 50%

Grate di Sicurezza. Bonus Fiscale. Sicurezza
C’è la detrazione fiscale per chi decide di installare le grate di sicurezza alle finestre di casa? Quali adempimenti necessitano per poter usufruire del bonus? Le grate sono la risposta pratica al crescente bisogno di sistemi di protezione.

Inferriate antifurto

Le grate di sicurezza per finestre, porte e locali commerciali bloccano i furti con scasso proteggendoti assieme alla tua famiglia e creando una barriera fisica tra i tuoi beni e intrusi malintenzionati. Le inferriate di protezione rappresentano un’importante passo avanti nella lotta contro le effrazioni domestiche e commerciali.

Dal dipartimento di prevenzione del crimine e dal ramo assicurativo, è ampiamente documentato che il solo modo per fermare i furti è di proteggere fisicamente porte e finestre.

Bonus 50%: i vantaggi

Si possono detrarre le spese relative all’installazione di inferriate? Si puoi avere diritto al bonus fiscale? Si. Servirsi di misure atte a prevenire il rischio di subire atti illeciti da parte di terzi, come per esempio, furto, aggressione, sequestro di persona e ogni altro reato rientra tra i lavori che consentono di usufruire della detrazione Irpef sulla ristrutturazione. Tra questi troviamo anche quelli relativi all’adozione di misure finalizzate alla nostra sicurezza.

Forse ti starai chiedendo quali scegliere tra le inferriate di sicurezza: a scomparsa per finestre e porte, a barre fisse, apribili a battente o le grate di sicurezza commerciale? Ognuna ha le sue proprie caratteristiche in base alle esigenze di chi decide di installarle.

La legge di bilancio ha prorogato fino al 31 dicembre 2018 tale agevolazione nella misura più alta fino al 50%. Con un massimo di 96.000 euro di spesa per ciascuna unità immobiliare, chi installa inferriate di sicurezza può detrarre dall’Irpef dovuta il 50% delle spese sostenute entro il 31 dicembre 2018.

Sono valide le spese per realizzare:

  • rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici,
  • apposizione di inferriate e grate sulle finestre o loro sostituzione,
  • porte blindate o rinforzate
  • apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini,
  • installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti,
  • apposizione di saracinesche,
  • tapparelle metalliche con bloccaggi,
  • vetri antisfondamento,

La detrazione deve essere ripartita in dieci quote annuali di pari importo, nell’anno in cui è sostenuta la spesa e in quelli successivi. Per fruire della detrazione è necessario che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale, da cui risultino:

  • causale del versamento, con riferimento alla norma (articolo 16-bis del Dpr 917/1986)
  • codice fiscale del beneficiario della detrazione
  • codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.Al momento del pagamento del bonifico, banche e Poste Italiane Spa devono operare una ritenuta a titolo di acconto dell’imposta sul reddito dovuta dall’impresa che effettua i lavori, pari all’8%.

Chi può usufruire delle detrazioni?

Possono beneficiare dell’agevolazione di detrazione Irpef 50 %:

  • il proprietario o il nudo proprietario,
  • il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie),
  • l’inquilino o il comodatario,
  • i soci di cooperative divise e indivise,
  • i soci delle società semplici,
  • gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.

Se si eseguono i lavori in proprio si ha diritto alla detrazione Irpef 50 % soltanto per le spese di acquisto dei materiali utilizzati.

Documenti da conservare

I contribuenti interessati devono conservare, oltre alla ricevuta del bonifico, le fatture o le ricevute fiscali relative alle spese effettuate per la realizzazione dei lavori di ristrutturazione. Questi documenti, che devono essere intestati alle persone che fruiscono della detrazione, potrebbero essere richiesti, infatti, dagli uffici finanziari che controllano le loro dichiarazioni dei redditi.

A chi rivolgersi

Con un’esperienza trentennale, la nostra azienda Ambienti&serramenti vanta una specifica competenza e professionalità nella fornitura di grate di sicurezza, posa in opera, di infissi in legno, in alluminio e PVCfinestre e persiane. Per avvalersi dell’Ecobonus per l’efficientamento energetico contattaci.

Ambienti&serramenti è certificata per la sostituzione e posa in opera di serramenti, sistemi di sicurezza antieffrazione per la casa, gli uffici e ambiti commerciali secondo le indicazioni della norma UNI 11673:2017. I nostri installatori sono posatori qualificati PosaClima.

Richiedi oggi un preventivo

Nostro fornitore ufficiale: ERRECI S.r.l.